La Lista Civica Progetto Lanciano: “Fare chiarezza sulla discarica consortile di Cerratina”

La Lista Civica Progetto Lanciano in merito alla notizia di traffico illecito di rifiuti che vede coinvolta la discarica di Cerratina esorta il Comune di Lanciano,il Consorzio Smaltimento Rifiuti di Lanciano, la Provincia di Chieti, la Regione Abruzzo e l’Arta a far chiarezza su quanto sta accadendo tra Serre e Cerratina, la nuova Valle degli Orrori ambientali della Regione Abruzzo.

“E’ veramente inquietante sapere che alla bomba ecologica dell’ex discarica di Serre si aggiunge la discarica di Cerratina terminale, da quanto si apprende, di un traffico illecito di rifiuti speciali. La Lista Civica Progetto Lanciano in particolare chiede:

1. uno studio epidemiologico per verificare se nel territorio frentano vi siano picchi anomali di patologie tumorali;

2. risposte precise e puntuali sulle cause che hanno provocato l’inquinamento delle falde acquifere attorno alla discarica di Cerratina così come accertato dall’Arta poco meno di un anno fa;

3. di verificare cosa abbiano realmente stoccato nella discarica di Cerratina.

E’ infatti grave che tutti gli allarmi lanciati dai cittadini residenti attorno alla discarica di Cerratina siano rimasti come al solito inascoltati dalle pubbliche autorità.

Non è certo notizia di oggi che i cittadini di Serre lamentino un aumento delle patologie tumorali. Non è certo notizia di oggi l’aria irrespirabile che “profuma” da mesi Serre, Cerratina e Castel di Sette a Mozzagrogna, così come anche ampiamente riportato dai mezzi d’informazione. Ed è ancora da chiarire come si siano potuto inquinare le falde acquifere attorno alla discarica di Cerratina così come accertato dall’Arta poco meno di un anno fa. Tutti interrogativi a cui mai nessuno ha colpevolmente risposto.

Il Portavoce della Lista Civica Progetto Lanciano Pino Valente esorta il Comune di Lanciano nelle persone del Sindaco Filippo Paolini e dell’Assessore all’Ambiente Caporrella, ed il Cda del Consorzio Smaltimento Rifiuti  a farsi promotori di tutte le azioni possibili per garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini frentani e per dare finalmente risposte univoche ai tanti cittadini giustamente allarmati per quanto sta accadendo.