Vasto, esposto in procura per il caso edilizio ‘Faro Blu’

Un esposto alla procura della repubblica di Vasto è stato presentato dai 50 soci della cooperativa edilizia “Faro Blu” contro il Comune di Vasto. La vicenda è quella relativa all’assegnazione dei terreni di edilizia popolare nella zona Peep del quartiere San Paolo. Ad annunciare l’esposto è stato oggi in una conferenza stampa il presidente della cooperativa, Daniele Menna.

“Nel 2006 – ha detto – erano state 3 le cooperative a presentare domanda per ottenere i lotti di terreno contrassegnati dai numeri 38 e 58, destinati rispettivamente alla costruzione di 44 e 8 appartamenti: “Faro Blu”, “Gardenia” e “Vasto ’87”. Di fronte alle proteste delle famiglie interessate, il Comune – ha aggiunto Menna – promise di riunire la commissione urbanistica, poi effettivamente costituita, per provvedere all’assegnazione. La “Vasto ’87” era stata esclusa perché già assegnataria di un altro lotto. Di conseguenza, la commissione urbanistica aveva stilato la graduatoria con le altre due richiedenti. Da quel momento nulla si e’ mosso. Per questo – ha concluso Menna – i soci hanno deciso di ricorrere ora alle vie legali, presentando in procura un esposto di 14 pagine per omissione e abusi in atti d’ufficio”.