Appello degli imprenditori: ”L’aeroporto Abruzzo non deve chiudere, deve crescere”

Un appello forte alla Regione a intervenire attraverso l’erogazione del contributo di cinque milioni in favore della Saga (la societa’ che gestisce l’aeroporto d’Abruzzo) e’ stato rivolto da circa duecento operatori economici abruzzesi provenienti da tutta la regione che si son ritrovati questa mattina a Pescara presso la sala convegni dell’aeroporto per partecipare ad un’iniziativa promossa da Confcommercio Abruzzo sul tema ”l’aeroporto Abruzzo non deve chiudere, deve crescere”. Da parte degli intervenuti e’ stato ribadito l’invito alla Regione Abruzzo a erogare alla Saga, Societa’ di gestione dell’Aeroporto, il contributo annuo senza il quale lo scalo abruzzese e’ destinato a chiudere. Si tratta di un grido d’allarme molto serio in quanto la mancata erogazione del contributo regionale alla Saga rischia veramente di comportare il fallimento della stessa e la chiusura conseguente dell’Aeroporto d’Abruzzo. All’Assemblea sono intervenuti anche la parlamentare abruzzese Vittoria D’incecco, il presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, il sindaco di Chieti, Francesco Ricci, il presidente della Saga, Vittorio Di Carlo. A tal proposito lo stesso Di Carlo ha fatto presente che, se non giungeranno chiarimenti durante l’assemblea dei soci, in programma il 9 e 10 marzo, non si potra’ che dichiarare lo stato di crisi dell’aeroporto mentre per Federalberghi “non ha senso continuare ad investire sul turismo se poi si chiude l’aeroporto”.

“Siamo stati molto contenti di festeggiare (ieri, ndr) l’ottavo anniversario della rotta Pescara-Francoforte (Hahn) che ha riscosso un ottimo successo, dal momento che fino ad ora abbiamo trasportato quasi un milione e mezzo di passeggeri da e per la citta’ tedesca”. Lo ha detto oggi Melisa Corrigan, Sales and Marketing Manager di Ryanair per l’Italia.