San Salvo, il sindaco Marchese chiede completamento dell’autoporto

Il sindaco di San Salvo Gabriele Marchese interviene sui ritardi che si stanno avendo nell’attivazione e nel completamento dell’autoporto.
L’apertura della struttura è assolutamente indispensabile per l’economia di San Salvo e per l’intero comprensorio andando a determinare lo sviluppo della logistica in una delle aree più industrializzate della Regione Abruzzo.
Da qualche anno, a scadenze regolari, si interviene sull’argomento.
Il presidente di Confindustria e la Confederazione Nazionale dell’Artigianato hanno più volte sollecitato la Regione a predisporre gli strumenti per l’apertura dell’autoporto.
Ogni volta la Regione ha assicurato un intervento risolutivo che puntualmente è caduto nel dimenticatoio.
“Non possiamo più accettare colpevoli ritardi in ordine all’attivazione delle procedure – ha dichiarato il sindaco Marchese – Chiedo alla Regione di dare attuazione alla legge regionale n. 28 del 2002, che essa stessa si è data.
Chiedo, inoltre, a tutti gli organi interessati di vigilare e di prendere ogni opportuna iniziativa per indurre la Regione a fare ciò che gli compete per obbligo di legge.
Non si può più perdere altro tempo. È con urgenza che occorre sia emanare il bando per l’attivazione e la gestione della struttura sia stanziare fondi per il miglioramento della stessa” – ha concluso Marchese.