Alla Bit si crede fortemente a ripristinare il Treno della Valle della Sangritana

“L’intuizione di questo Consiglio di Amministrazione dal primo momento dell’insediamento di puntare al ripristino del Treno della Valle si sta dimostrando azzeccata e soprattutto strategica per conferire a questa storica azienda una dimensione ancora più particolare nel suo genere. Creare una ferrovia turistica che sia un punto di riferimento per la nostra regione  un elemento caratterizzante in termini attrattivi per far conoscere una parte delle bellezze della nostra terra”. E’ quanto ha dichiarato Pasquale Di Nardo, presidente della Ferrovia Sangritana, dopo i riscontri, molto positivi, che la società di trasporto della regione Abruzzo frentana ha mille potenzialità anche in ambito turistico. La Sangritana si è resa protagonista alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, la vetrina mondiale del comprato turistico, che ogni anno mette in mostra le risorse paesaggistiche, culturali e storiche dei cinque continenti. Gli impianti di risalita a Prati di Tivo sul Gran Sasso, le offerte su misura dei viaggi in Abruzzo, la flotta di pullman più corposa a disposizione di un’azienda nel territorio abruzzese, un bagaglio professionale e innovativo a disposizione, ma soprattutto il fascino del Treno della Valle hanno caratterizzato l’esposizione milanese per la Sangritana. I riscontri della BIT, dunque, tributano al Treno della Valle un ruolo da protagonista, che il presidente Di Nardo vuole trasformare nell’immediato in realtà: “Il prossimo 3 di marzo ho un incontro a Roma, presso l’Asstra, al quale parteciperà anche il nostro assessore al Turismo Di Dalmazio, il nostro assessore ai Trasporti Morra e l’assessorato al Turismo della Regione Sardegna oltre a tutti gli attori direttamente conivolti in tale ambito – spiega il presidente della Sangritana – per renderci immediatamente operativi nel predisporre una linea comune, capillare e soprattutto operativa per le ferrovie turistiche della nostra penisola”.

Nel corso dei vari incontri, anche il Governatore dell’Abruzzo, Gianni Chiodi e l’assessore regionale al Turismo, Mauro di Dalmazio, hanno fatto visita allo stand Sangritana e hanno sottolineato l’importanza del ruolo FAS per l’Abruzzo.

La Sangritana ha tutti gli elementi per contribuire fattivamente allo sviluppo della nostra regione – ha dichiarato il presidente della regione Gianni Chiodi – dal punto di vista del trasporto pubblico locale, ma anche e soprattutto per contribuire allo sviluppo del turismo di questa terra”.

Intanto proseguono anche gli incontri con i buyers stranieri presenti alla BIT. Nel corso del “By Italy”, uno degli appuntamenti principali della manifestazione milanese in cui i tour operators mondiali si intefacciano con quelli del nostro territorio per conoscere le ultime offerte turistiche di “casa Italia”, molto interesse è stato dedicato ai pacchetti Sangritana.

Segnali importanti – dice Di Nardo – perché dimostrano che oltre ad avere i mezzi giusti a disposizione, abbiamo le professionalità giuste per riuscire a vendere ottimamente i nostri prodotti”.

In estrema sintesi, dalla BIT di Milano è emerso che la Sangritana è un punto di riferimento per l’Abruzzo che sta dimostrando di poter portare avanti un discorso di incoming sempre maggiormente capillare.