Missione a Roma della Regione per salvare la legge contro il ‘Centro Oli’

Un accordo tecnico che consenta di superare le perplessità del Governo e di salvare la sostanza della cosidetta “Legge anti Centro oli”.

E’ l’obiettivo che si prefigge la Regione alla vigilia dell’incontro, in programma dopodomani, a Roma, presso il Ministero per lo Sviluppo Economico (Dipartimento politiche regionali) dopo la decisione del Governo di impugnare davanti alla Corte Costituzionale la legge 32/09, approvata nello scorso mese di dicembre dal Consiglio regionale e rivolta a limitare gli interventi di ricerca ed estrazione di idrocarburi in Abruzzo.

Alla riunione parteciperanno da un lato i tecnici del Ministero e dall’altro quelli della Regione, guidati dal direttore degli Affari della Presidenza e del settore Energia. L’ottica entro cui si muoverà la Regione è quella di trovare un punto di equilibrio che riesca, comunque, a scongiurare il rischio di insediamenti petroliferi.