Nuovo regolamento regionale sulla raccolta funghi

E’ stata approvata dal Consiglio regionale d’Abruzzo la nuova legge sulla raccolta e la commercializzazione dei funghi, meglio conosciuta come ”Legge Sulpizio”. L’intervento si e’ reso necessario dopo che quasi tutte le associazioni micologiche abruzzesi avevano manifestato disapprovazione e scontento per il dettato legislativo precedente. Erano stati evidenziati, soprattutto, problemi per il mancato rispetto del principio di uguaglianza tra i cittadini, nei confronti dei quali veniva applicato un diverso trattamento a seconda della residenza, ma anche i rischi e pericoli per la tutela della salute pubblica dopo che erano stati soppressi i corsi di micologia di base. ”Sono molto soddisfatto – ha commentato il consigliere IdV, Camillo Sulpizio, estensore della prima bozza di legge discussa in Commissione per molti mesi – perche’ l’attivita’ di raccolta, che e’ molto delicata, deve essere esercitata con una adeguata preparazione, stante i rischi che si possono verificare sia sotto il profilo igienico sanitario che ambientale”. ”L’aver reintrodotto per legge l’obbligo di un attestato di abilitazione alla raccolta e soprattutto l’aver fatto chiarezza con la nuova legge che elimina ogni tassa aggiuntiva da parte delle Amministrazioni locali – ha, infine, precisato il Consigliere IdV – pone la parola fine ad una pratica vessatoria di chiaro stampo medievale”.