Marongiu (Pd): “Sull’area ex Torrieri speriamo in un dietrofront del Consiglio comunale”

“Auspico che lunedì non ci siano maggioranza e opposizione, ma solo consiglieri comunali chiamati a rispondere per il bene della nostra comunità ed un Sindaco che finalmente esca dall’impasse di questi anni nel modo più nobile: ossia tornando sui propri passi, ascoltando anche le preoccupazioni di tante associazioni. Un passo indietro oggi, per farne due avanti domani”.

È la speranza che ripone il segretario cittadino del Pd di Lanciano, Leo Marongiu, circa l’esito della prossima seduta del Consiglio comunale, previsto per lunedì prossimo, in cui si porterà all’approvazione dell’Assemblea il Piano Integrato d’intervento nell’area a confine con l’area dell’ex ippodromo, nel cuore della città. In un comunicato stampa diffuso oggi, corredato da proiezioni e immagini, Maroingiu scrive che “come Lanciano subirebbe un grave impatto dall’approvazione del P.I.I., una pietra tombale sulla possibilità di riqualificare l’intera area dell’Ex Torrieri, della Sangritana e dell’Ippodromo. Dopo tanti stravolgimenti arriviamo all’approvazione di un progetto che ora contiene in pratica solo la costruzione di 8 palazzine contigue che trasformerebbero quel pezzo della città in una “Banlieu” senza vivibilità. Non c’è più alcun interesse pubblico per la città – aggiunge il segretario del Pd – che anzi verrebbe appesantita mancando anche i parcheggi necessari ed anche i privati-interessati non si rendono conto che ne uscirebbero danneggiati non poco. Il Consiglio Comunale ha la possibilità di mettere da parte definitivamente il progetto e ripensare seriamente alla destinazione vera dell’area dell’ex Torrieri, della Fiera e della Pietrosa, coinvolgendo tutte le parti vive della città soprattutto con un progetto di ampio respiro, chiamando in causa anche finanziamenti europei per la riqualificazione urbana, in grado di far ripartire la nostra città”.