La Provincia s’impegna per far ripartire i Consorzi industriali

“Le varianti ai Piani regolatori territoriali già predisposte dai consorzi industriali dovranno essere sbloccate immediatamente con la collaborazione e la disponibilità degli uffici della Provincia: non tollererò ritardi di dirigenti, funzionari e addetti in un momento così delicato per l’economia, in cui si vedono i primi, timidi, segnali di ripresa che devono essere colti repentinamente dagli imprenditori. Non possiamo lasciare chi investe sulla ripresa del territorio senza i lotti produttivi sui quali costruire i propri opifici”.

Si è espresso così il presidente, Enrico Di Giuseppantonio, che ha ribadito la volontà dell’amministrazione provinciale di accompagnare attivamente lo sviluppo locale, nel corso di un incontro con i dirigenti dei tre consorzi industriali della provincia (Vastese, Sangro e Valpescara) per affrontare tutte le questioni sul tappeto in materia di sviluppo industriale, tenutosi oggi insieme all’assessore all’Urbanistica, Nicola Campitelli, ed al dirigente di settore, Antonio Di Chiacchio.

«Nell’incontro – ha sintetizzato il presidente al termine della riunione – ci siamo confrontati principalmente sui temi della pianificazione territoriale ed in particolare sui piani territoriali dei singoli consorzi, che vanno ripresi al più presto, per affrontare con rapidità il nodo dei vincoli caducati.

Il ruolo della Provincia in questo contesto sarà quello di coordinare le attività e rendere partecipi delle scelte e delle azioni intraprese i singoli Comuni per arrivare alla definizione di atti di pianificazione utili a rilanciare l’economia delle zone industriali. La presenza dell’ente garantirà che le previsioni contenute nei piani territoriali saranno realizzate e concorreranno allo sviluppo del territorio in maniera armonica. Per questo ci siamo dati un preciso calendario di lavoro, che partirà da giovedì 25 marzo e con il quale la Provincia e i consorzi incontreranno sul territorio amministratori locali, forze produttive e sociali al fine di condividere quanto più possibile le scelte fatte».

“La nostra sensibilità al problema – ha aggiunto l’assessore Campitelli – ci ha permesso di mettere attorno ad un tavolo tecnico tutti i consorzi industriali che hanno dimostrato uno spirito di squadra eccezionale, tutto teso a conseguire l’obiettivo comune di incentivare la crescita economica, frenando il rallentamento di questi ultimi anni. Il nostro primo impegno sarà quello di ascoltare le esigenze dei Comuni e del territorio, poiché siamo convinti che la pianificazione territoriale debba essere condivisa con tutti coloro che sono portatori di interessi nelle aree industriali della nostra provincia”.