Lanciano, arrestati tre romeni per sfruttamento della prostituzione

 Tre cittadini di nazionalità romena, tutti residenti a Lanciano, sono finiti nel carcere di Villa Stanazzo con le accuse di induzione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Si tratta di Elena Carlet, 27 anni, il marito Stefan Miroiu, 24 anni e Nelu Valentin Pohrib, 37 anni, quest’ultimo già detenuto a Siena per altri reati. A fermarli, i carabinieri della compagnia di Lanciano. I fatti risalgono allo scorso agosto, quando avrebbero convinto a trasferirsi in Italia una loro connazionale di 20 anni, madre di un bambino di 3, promettendole un lavoro. In realtà, appena arrivata, la giovane è stata costretta a prostituirsi, sia sulla riviera di Pescara, sia in un appartamento del centro storico di Lanciano. Sarebbe stata obbligata anche a recarsi direttamente al domicilio dei clienti che le procuravano i suoi aguzzini. Appena una settimana dopo il suo arrivo, la presunta vittima ha denunciato l’accaduto ai carabinieri, che hanno avviato l’inchiesta che si è conclusa con gli arresti di oggi.