Vini, Il PAN Chardonnay Bosco conquista la Francia

Il PAN Chardonnay Bosco, si riconferma Medaglia d’Oro in Francia, al 17^ Concorso Internazionale Chardonnay Du Monde, tenutosi presso lo Chateau des Ravatys, dal 10 al 13 marzo scorso. Degli 887 vini in concorso provenienti da ben 37 Paesi da tutto il mondo, sono stati premiati con Medaglia d’Oro solo 65 vini, di cui 3 provenienti dall’Italia. Il PAN, nelle due versioni bianco (Chardonnay IGT Colline Pescaresi) e rosso (Montepulciano d’Abruzzo DOC – da poco Medaglia d’Argento nella competizione internazionale Premium Wine Select Challenge 2010, tenutasi in Germania), e’ caratterizzato dall’etichetta creata appositamente per la Famiglia Bosco nel 1996 dal Maestro Pietro Cascella e rappresentate il viso stilizzato del dio greco Pan, meta’ uomo e meta’ animale, dio dei boschi e della natura. Proprio l’associazione tra il dio dei boschi e Bosco, cognome della storica famiglia di viticoltori abruzzesi, aveva ispirato Cascella nella creazione di questa sua opera. Il legame tra la Cantina Bosco Nestore, l’arte e la citta’ di Pescara, non si e’ pero’ fermato alla collaborazione con il Maestro Cascella. La scorsa settimana e’ stata infatti presentata presso l’Enoteca Il Ritrovo di Pan, Pescara, l’opera che Graziano Maritni ha voluto donare alla Famiglia Bosco per enfatizzare il forte legame esistente con la citta’ di Pescara, da poco identificata come Citta’ d’Annunziana. Il dipinto di Graziano Martini, dal titolo Voluptuosus, omaggio alla figura del pescarese tra i piu’ celebri, Gabriele D’Annunzio, diverra’ infatti etichetta di un nuovo vino Montepulciano d’Abruzzo, che prossimamente uscira’ in commercio. Il motto dannunziano che Martini ha voluto ricordare in questa sua opera e’ “Memento audere semper”.