Pericolo butulismo per due prodotti della Ursini. L’azienda lancia l’allarme

Il “Pestato di carciofini” di 250 grammi, lotto 56/09, ed i “Fagottini di melanzane”, lotto 74/09, prodotti dalla ditta Ursini di Fossacesia, conterrebbero la micidiale tossina botulinica. E’ la stessa azienda frentana che ha lanciato in queste ore l’allarme, subito scattato in seguito all’allerta della Asl di Milano per un caso di intossicazione alimentare dovuto alla presenza della tossina in uno dei due prodotti. La Asl ha quindi provveduto a ritirare dagli scaffali dei supermercati e dei punti vendita della Lombardia il “Pestato di carciofini” e i “Fagottini di Melanzane”, che portavano la stesa data di quella che ha provocato l’intossicazione. Da Milano, attraverso i carabinieri del Nas, le Asl di tutte le Regioni, ora si sta procedendo al ritiro dei due prodotti che sono a rischio botulismo. E’ stata la stessa Urini a informare degli eventuali rischi per la salute pubblica con un comunicato diramato alle Asl di tutt’Italia per poter in questo modo raggiungere un maggior numero di consumatori e informare chiunque entri in possesso di questo prodotto, a fini precauzionali, di non utilizzarlo. I sintomi causati dalla tossina botulinica, come fanno sapere dalla Urini sono: paralisi flaccida, debolezza muscolare, diplopia, difficoltà del movimento, scoordinazione dei muscoli della faringe e dei muscoli volontari, e nei casi più gravi, paralisi mortali, paralisi dei muscoli respiratori.

Chiunque volesse può contattare l’azienda attraverso la mail (info@ursini.com) o telefonando al numero 0871/579060 per organizzare il ritiro.