Giulianova, città indignata per aggressione rom a ciclista

Sono stati individuati e saranno denunciati i tre rom minorenni che ieri pomeriggio hanno aggredito il centralinista di 34 anni del Comune di Giulianova che, in sella alla sua bici, aveva osato richiamare i tre rom di eta’ compresa tra i 15 ed i 16 anni, i quali senza l’uso del casco e a bordo di uno scooter zigzagavano contromano lungo via de Revel a Giulianova.

E’ duro il commento del sindaco Francesco Mastromauro che è anche il legale di fiducia dell’uomo. “Poteva essere una tragedia. Solo per un caso Massimo Gambacorta non ha riportato conseguenze piu’ gravi. Ma Giulianova, come Martinsicuro, Alba Adriatica e Pescara – afferma il sindaco – , non può essere ostaggio della violenza e dell’arroganza di pochi. Non è assolutamente accettabile che ogni iniziativa tendente a garantire, sia ai cittadini che ai turisti, un ambiente vivibile e tranquillo, debba poi essere vanificata da quei pochi che disprezzano con arroganza le regole civili e non tengono in alcun conto il bene della nostra citta’. Nessuna tolleranza – aggiunge il sindaco – nei confronti di chi ricorre alla violenza; nessuna concessione alla prepotenza. Questa amministrazione non fara’ un passo indietro: continueremo senza indugio sulla strada del rigore che abbiamo voluto percorrere sin dal nostro insediamento, facendo valere la legalita’ e combattendo aspramente ogni forma di violenza e di prepotenza ai danni dei cittadini onesti, che sono la stragrande maggioranza. Naturalmente l’amministrazione si riserva di porre in essere misure ancora più severe rispetto a quelle sinora adottate. Misure – conclude il sindaco – concertate con le forze dell’ordine, alle quali va tutto il nostro ringraziamento per il costante impegno e per la loro decisa azione”.