Cerimonie a Vasto e Ortona per ricordare le vittime del terremoto a L’Aquila

Con un significativo intervento del sindaco, Luciano Lapenna, il consiglio comunale di Vasto ha ricordato quest’oggi la tragedia del sisma nell’aquilano, che ha toccato da vicino i vastesi. Alla seduta, il Prefetto Vincenzo Greco, autorità civili e militari, i componenti la Giunta e i consiglieri comunali. Nel corso della cerimonia è stato ricordato Davide Centofanti, morto nel crollo di quella Casa dello Studente, al quale verrà intitolata sabato la palestra del liceo scientifica di vasto, e Maurizio Natale, di Monteodorisio. Inoltre, i familiari del consigliere comunale Maurizio Vicoli, componenti la famiglia Tamburro, deceduti nel crollo di una palazzina di Via D’Annunzio. Nel corso della cerimonia Lapenna ha voluto ringraziare le associazioni che hanno collaborato con il Comune nei giorni dell’emergenza, citando in modo particolare l’Anfass di Vasto e l’Unitalsi per le specifiche competenze sull’assistenza dei diversamenti abili, il Progetto Giovani e la Consulta Giovanile per l’elaborazione dei dati ed il coordinamento del lavoro delle associazioni giovanili, oltre alla Protezione Civile, alla Croce Rossa e alla Caritas, le Forze dell’Ordine, a partire dai Carabinieri.

Anche Ortona ha ricordato, ad un anno dal terremoto che ha colpito L’Aquila e la sua provincia, le vittime di quella terribile notte. E’ quanto ha fatto il Consiglio Comunale nel corso della seduta straordinaria di ieri sera. Nel commemorare coloro i quali hanno perso la vita, il Presidente del Consiglio Comunale, Tommaso Cieri, ha anche ripercorso i momenti più importanti dell’emergenza, fronteggiata dall’Amministrazione e dall’intera città con solerzia, grande spirito di solidarietà e conseguendo buoni risultati. Ortona ha ospitato poco meno di 350 aquilani, sistemati nelle strutture ricettive o in case private con l’ausilio dell’autonoma sistemazione. Di questi, 35 fanno ancora parte della comunità ortonese e tre bimbi risultano iscritti nelle scuole di Ortona. Nel corso dei lavori dell’assise civica sono state ricordate anche tutte le donazioni ed i finanziamenti erogati dall’Ente a favore delle popolazioni aquilane. Somme, queste, che hanno raggiunto i 50 mila euro, a cui va ad aggiungersi il fondo di 17 mila euro da destinare agli studenti ortonesi iscritti alle facoltà dell’Università degli Studi di L’Aquila.

La terra a L’Aquila, continua a tremare. Oggi, alle 3:12, si è registrata una scossa di terremoto di magnitudo 2.3. L’epicentro del sisma è stato ad una profondità di 14,4 km e localizzato tra i comuni di Barete, Capitignano e Pizzoli. Ieri nella stessa zona era stata registrata un’altra scossa, di magnitudo 2.2.