Vasto, una commissione d’indagine per i palazzi di Corso Italia

Una commissione d’indagine e un ordine del giorno per far luce sull’iter amministrativo che, a Vasto ha portato alla ristrutturazione degli ex palazzi scolastici di Corso Italia. Lo ha deciso a maggioranza il consiglio comunale, che vuole sia fatta chiarezza sulla trasformazione degli edifici in negozi e uffici. La civica assemblea, in particolare, vuole verificare se gli edifici siano stati collaudati, se il valore ad essi attribuito sia stato congruo e fugare altre perplessità sull’operazione. Alla ristrutturazione si arrivò sul finire degli anni ’90 grazie ad un accordo di programma sottoscritto con l’impresa Edmondo di Pescara che, adesso, ha intentato una causa civile, rivendicando lavori supplementari costati oltre 200 mila euro in più. In base all’accordo, all’impresa andò il 55 per cento della superficie degli immobili, al comune il 45 per cento, compresi androni e corridoi, sui quali insiste oggi una servitù di passaggio.