Ucci (Confersercenti Lanciano): “No alla riapertura del corso alle auto”

“Il centro storico di Lanciano deve diventare un salotto, non un parcheggio. Per questo siamo contrari alla sua riapertura al traffico».

Lo afferma Claudio Ucci, imprenditore del centro storico e presidente comunale di Confesercenti Lanciano.

«Una città che vuole valorizzare il suo centro storico deve decidere di investire massicciamente nella sua riqualificazione, tirandolo a lucido e facendolo diventare un vero e proprio salotto» dice Ucci, «con il pieno coinvolgimento degli operatori commerciali che possono dare un contributo decisivo nelle idee: solo chi vive quotidianamente queste vie può capire come realmente di cosa c’è bisogno. Il centro storico di Lanciano non può fare da concorrenza ai centri commerciali, ma deve puntare sulla qualità, sull’innovazione, sulla sua capacità di essere accogliente. Si deve aprire una fase di ampia partecipazione dei commercianti, che sia un preludio ad una profonda azione di riqualificazione del centro storico, con iniziative di ampio respiro che riportino i consumatori in queste strade. La sfida è insomma quella della qualità. Aprire il corso al traffico e trasformarlo in un grande parcheggio a doppia fila – sottolinea il presidente di Confesercenti – vorrebbe dire invece dequalificare sia la città che l’offerta commerciale dei suoi negozi”.