Carcere Sulmona, eseguita autopsia sul detenuto morto giovedì

Il quadro clinico post mortem del corpo del 39enne Giuseppe Cardarilli, trovato morto giovedì scorso nella cella del carcere di Sulmona, dove era internato, fa attribuire il decesso a edema polmonare acuto scatenato da overdose di stupefacenti. E’ quanto emerge dall’autopsia, iniziata stamattina alle 10 e terminata alle 14 circa, eseguita da Ildo Polidoro, consulente medico della Procura della Repubblica di Sulmona. Contestualmente si è proceduto al prelievo istologico per l’indagine tossicologica su organi e liquidi biologici, il cui referto e’ atteso entro 90 giorni. “Questi due ulteriori esami – riferisce il ctu, Ildo Polidoro – potranno dare indicazioni sull’ora in cui è avvenuta l’assunzione e di che tipo di stupefacente si è trattato. La salma, dopo il nulla osta della Procura, è stata riconsegnata ai famigliari”.