Bilancio della Provincia: il PdL vuol far intervenire la magistratura contabile

I capigruppo di maggioranza in Consiglio provinciale (Pdl, Udc, Mpa, Costituente di Centro e Theatina per la Libertà, hanno risposto congiuntamente alla nota dell’ex presidente della Provincia, Tommaso Coletti, che ha affermato l’esistenza di un avanzo di bilancio di ben 6 milioni di euro.

“Siamo stupiti dalle bugie che Coletti continua a riversare sui giornali – scrivono in una nota Paolo Sisti (nominato dal coordinamento provinciale del Popolo della Libertà, coordinatore cittadino per il Comune di Fossacesia), Gianni Di Rito, Arturo Scopino, Angelo Argentieri, Mario Antonio Di Paolo -: vista la sua faccia tosta, a questo punto non ci resta che affidarci alla magistratura contabile affinché stabilisca, senza possibilità di interpretazioni di parte, se la gestione della Provincia sotto la sua amministrazione è stata fallimentare. Noi sappiamo soltanto questo: non abbiamo i soldi per pagare i fornitori e le aziende che rivendicano crediti nei confronti dell’ente, non abbiamo i soldi finanche per le attività ordinarie ed stiamo per approvare un bilancio rigoroso, tenuto insieme grazie ad un paziente e scrupoloso controllo delle spese. Il tutto solo a causa del suo sciagurato operato. Se Coletti non ne è ancora convinto, allora chiedesse ai revisori dei conti che la sua amministrazione ha nominato e che sono ancora in carica e, se non riesce proprio a capacitarsi dei disastri che ha combinato, allora sarebbe bene che si dimettesse”.