Febbo: “A Vinitaly l’Abruzzo protaginista”

“Il bilancio del Vinitaly sarà completato in una riunione, che convocheremo nei prossimi giorni, con tutte le aziende che hanno partecipato alla prestigiosa rassegna internazionale. Nell’occasione, verranno valutati gli elementi positivi e quelli meno positivi per porre le basi per una edizione 2011 ancora più proficua”.

Lo ha dichiarato, questa mattina, a Pescara, l’assessore all’Agricoltura, Mauro Febbo, in apertura della conferenza stampa che si è tenuta nella sede della Regione per tracciare un bilancio della presenza del sistema Abruzzo a Verona.

“Le aziende hanno apprezzato molto la scelta dell’assessorato di mettere in contatto con loro 20 importanti buyers internazionali: all’incontro hanno preso parte 66 aziende. L’anno prossimo – ha proseguito – amplieremo questa iniziativa che nella edizione 2010 ha portato all’attivazione di contatti con i mercati di Stati Uniti, Canada, Giappone, Olanda, Francia, Germania, Sud Africa, Ungheria, Svezia, Singapore ed India”. A tale proposito, attraverso l’Arssa sarà’ attivata una ricognizione nelle aziende abruzzesi per avere gli elementi utili a modulare la richiesta della nazionalita’ dei buyers con le esigenze dei produttori e degli operatori del vino. I dati che emergeranno guideranno nella scelta dei buyers nella prossima edizione. Ottima la sinergia tra assessorato all’Agricoltura, Arssa, Enoteca regionale e Centro interno Camere di Commercio abruzzesi. Inoltre, per la prima volta al Vinitaly, e’ stato presente uno stand dei Parchi mentre quello dell’Aptr è diventato centrale ed è stato fornito in maniera soddisfacente di materiale promozionale.

“L’Abruzzo ha dimostrato di aver reagito molto bene alla tragedia del terremoto che ha colpito L’Aquila e il suo circondario un anno fa, – ha sottolineato l’assessore – la solidarieta’ mostrata nei nostri confronti ci ha aiutato a ripartire.Sono stati due gli orientamenti su cui si e’ lavorato: la comunicazione e l’immagine prodotta con le quattro degustazioni molto frequentate anche grazie alla professionalita’ di Adua Villa, ed il dato commerciale importante per il quale le aziende hanno avuto l’opportunita’ di portare nel proprio spazio espositivo gli operatori, cioe’ i 20 buyers. E sono state sia le aziende consolidate che quelle emergenti a partecipare”. Inoltre, sono state presentate quattro novita’ che hanno avuto subito un ottimo riscontro: la spumantistica, il Montepulciano di dieci anni che ha affascinato e puo’ rappresentare un buon investimento, i passiti, prodotto emergente per l’Abruzzo,e gli autoctoni che rispecchiano fortemente il territorio.

Numerosi i riconoscimenti ottenuti dalle aziende abruzzesi in una edizione caratterizzata anche dalla forte presenza di aziende estere. Una Gran Medaglia d’oro per il cerasuolo Montepulciano d’Abruzzo e’ stata assegnata, infatti, a “Terra d’Aligi” dell’azienda Spinelli di Atessa, una medaglia d’oro e’ andata a Cantina Tollo per il cerasuolo Montepulciano d’Abruzzo “Roccaventosa”, una medaglia d’argento alla stessa Cantina Tollo per il cerasuolo Montepulciano d’Abruzzo “Valle d’oro” ed una medaglia di bronzo alla tenuta “I Fauri” di Chieti nella categoria “Bianchi Doc invechiati in barrique” con il Trebbiano 2008 “Santa Cecilia” oltre a 84 gran menzioni. Inoltre, il premio speciale “Vinitaly Regione 2010”, assegnato nell’ambito del 18esimo Concorso Enologico internazionale, se lo e’ guadagnato l’azienda agricola “Terra d’Aligi” della famiglia Spinelli. Anche in relazione ai concorsi olivicoli, l’Abruzzo si e’ fatto onore conquistando sei gran menzioni: quattro nella categoria dei fruttati leggeri con CantinArte di Chieti, l’Azienda Agricola “La Selvotta” di Vasto, il Frantoio Zappacosta di Bucchianico e la tenuta Zimarino di Vasto e due gran menzioni all’Azienda Agricola Tommaso Masciantonio di Casoli ed al Frantoio Montecchia di Morro D’Oro nella categoria fruttati medi. Quest’anno, un padiglione intero, il numero undici, e’ stato dedicato esclusivamente alla Regione Abruzzo con 61 aziende presenti nell’area istituzionale di oltre 1600 metri quadrati, quasi 160 metri quadrati in piu’ rispetto all’edizione precedente, e 450 rispetto al 2008, ed altre venticinque aziende con propri stand, sono stati allestiti, comunque, sempre all’interno dello stesso spazio espositivo. Ma l’Abruzzo è stato presente con ventiquattro aziende anche alla 16esima edizione SOL, la più importante manifestazione fieristica al mondo nel settore degli oli di oliva di qualità. La massiccia e prestigiosa presenza delle aziende abruzzesi al Vinitaly ed al SOL nasce dalla sinergia tra assessorato all’Agricoltura, Arssa, Enoteca regionale e Centro interno delle Camere di Commercio regionali. Vinitaly, con i suoi oltre 4 mila espositori di cui oltre cento esteri, i circa 100 mila visitatori, gli oltre 2.600 giornalisti accreditati, di cui 345 esteri, rappresenta una straordinaria vetrina turistica internazionale.