Paolucci e Marongiu (Pd): “Il centrodestra si scalda perché vuole privatizzare la Sasi”

«Il nervosismo del centrodestra sulla Sasi poggia su basi inconsistenti: sono solo pretesti per privatizzare l’acqua e consegnarla nelle mani dei loro amici». Lo afferma il segretario regionale del Pd abruzzese Silvio Paolucci, intervenendo su concorsi e bilancio della società Sasi di Lanciano.

«Di fronte ad un bilancio chiuso in attivo e redatto secondo le stesse procedure sottoscritte dal centrodestra, di fronte ad un concorso bandito a norma di legge da due anni e sul quale vogliono mettere le mani sopra e ad un adeguamento delle tariffe in base agli indici Istat regolarmente autorizzato dal commissario dell’Ato» dice Paolucci, «il centrodestra si scalda perché vuole arrivare alla privatizzazione dell’ente, scaricando sui cittadini tutti i costi dell’operazione. Ci opporremo con forza».

«Sconcerta e amareggia l’esultanza del PDL di fronte alla sospensione del concorso  e questo rende bene l’idea che sulla pelle delle oltre 2000 mila persone che avevano chiesto di partecipare in cerca di occupazione, pesa la protervia dei vertici locali del PDL», chiosa il Segretario del PD di Lanciano Leo Marongiu.