Lanciano, ricordato il bombardamento del 20 aprile 1944

Alle ore 11:24, ora esatta dell’inizio del bombardamento, questa mattina è stato depositato un mazzo di fiori sotto la Torre Campanaria in Piazza Plebiscito, a Lanciano, mentre la campana ha eseguito rintocchi commemorativi. Si è voluto così ricordare uno degli ultimi tragici bombardamenti ad opera dei militari delle truppe tedesche che durante la guerra colpirono la città. Tante le vittime: i bollettini inglesi dell’epoca parlarono di 150, in particolar modo autisti di ufficiali inglesi e indiani, che in quel momento erano riuniti presso il Teatro Fedele Fenaroli. Vittime anche tra i civili circa: se ne contarono 37, che purtroppo si trovarono a transitare nella zona di Piazza Plebiscito al momento dell’accaduto. La cerimonia, che si svolge ormai dal 2002, anno della sua istituzione, quando Nicola Di Meco suggerì al sindaco Filippo Paolini di far riaffiorare la strage del 20 aprile 44, anche quest’anno ha riportato indietro nel tempo tanti cittadini e ha fatto scoprire ai più giovani, una delle pagine più tragiche della storia di Lanciano. Una pagina di sangue ma anche un’occasione per dire no alla guerra, ovunque.