Aveva casa ma percepisa sussidio per terremoto

 I Carabinieri della Compagnia di L’Aquila, al comando del Capitano Marcello D’Alesio, hanno denunciato in stato di liberta’ G.M. 48enne, pregiudicato aquilano per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Le attivita’ di verifica in corso da parte dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno permesso di accertare che l’uomo, unitamente al proprio nucleo familiare, occupava stabilmente la sua abitazione dichiarata di categoria ‘B’ a seguito del sisma del 6 aprile 2009, pur percependo regolarmente da parte del Comune di L’Aquila il contributo per l’autonoma sistemazione. Come riferisce il capitano Marcello D’Alesio, le verifiche disposte dagli organi competenti sull’assegnazione degli alloggi del progetto C.A.S.E., dei M.A.P., sull’autonoma sistemazione e sulle altre soluzioni abitative, continueranno ininterrottamente e sono appunto finalizzate a smascherare tutti coloro che hanno ottenuto indebitamente ogni tipo di beneficio. E’ normale che nel marasma generale, per garantire una idonea sistemazione a tutti i terremotati possa esserci stata qualche falla, ma gli organi preposti sono stati tutti interessati a svolgere una opportuna vigilanza al fine di redimere eventuali anomalie.