Emergenza Abruzzo: sindacati e imprenditori chiedono incontro con Chiodi

Gianni Di Cesare, della Cgil; Maurizio Spina, della Cisl; Roberto Campo, della Uil; Piero Peretti, della Ugl; Mauro Angelucci, di Confindustria; Ernesto Petricca, della Confapi, Italo Lupo della CNA; Angelo Taffo della Confartigianato; Ferdinando Buccella della Casartigiani; Domenico Falcone, della CIA; Tommaso Visco, della Copagri; Ezio Ardizzi della Confcommercio e Beniamino Orfanelli della Confesercenti, hanno inviato una lettera al governatore Gianni Chiodi per chiedere la convocazione di un incontro sui seguenti punti: agenda 2010 con le relative priorità, le politiche, gli investimenti, le riforme da realizzare o avviare nell’anno in corso; concordare specifici tavoli di confronto di merito; individuare e ricercare obiettivi di medio periodo per uscire dalla crisi sociale ed occupazionale dell’Abruzzo; affrontare i problemi strutturali della regione, all’interno della crisi mondiale; fare il punto sulle attività della ricostruzione dopo il terremoto; fare il punto su tutte le risorse e sui tempi della loro effettiva disponibilità (fondi strutturali, FAS, Master Plan, Accordo Infrastrutture, Bilancio regionale etc) e valutare il loro impiego ottimale e coerente con l’impostazione strategica definita.