C’è anche un lancianese tra i sospetti della rapina ad un Conad di Pescara

 Tre uomini sono stati arrestati dal personale della squadra volante di Pescara perche’ ritenuti responsabili della rapina effettuata ieri pomeriggio al supermercato Conad di via Tiburtina. I tre sono Maurizio De Florio, di 43 anni di Lanciano, Marco De Massis, di 32 anni, e Christian Rapposelli, di 35 anni, entrambi di Pescara. I tre sono stati bloccati nella zona di Rancitelli, dove avevano gia’ comprato e assunto droga, dopo la rapina. Verso le 17.30 uno di loro e’ entrato nel supermercato col volto parzialmente coperto dal cappuccio di una felpa, si e’ impossessato del denaro di una delle cassiere e si e’ avviato alla cassa. Li’ e’ stato bloccato da un senegalese, un venditore ambulante che generalmente staziona davanti al Conad. Il suo intervento ha fatto cadere i soldi per cui il rapinatore, aiutato da un complice, si e’ dovuto fermare per cercare di recuperare il denaro, mentre il terzo uomo faceva da palo. I tre sono fuggiti verso l’aeroporto e poco piu’ tardi sono stati rintracciati dagli agenti delle volanti, grazie alle descrizioni dei testimoni. I malviventi sono stati anche riconosciuti, sia dal personale del supermercato che dal senegalese intervenuto per bloccare la fuga(un cittadino che vive in Italia da circa 20 anni ed è regolare). Il dirigente delle volanti, Francesco Costantini, e il questore, Paolo Passamonti, hanno fatto notare che sta producendo frutti l’intensificazione dei controlli a Rancitelli. I tre, tra l’altro, erano stati notati nella zona prima della rapina.