Valente (Lista Civica Progetto Lanciano): “Sulla Fiera tante promesse. E rischiamo di perderla”

“E l’immobilismo del duo Paolini-Di Fonzo ha permesso la nascita della Fiera di Chieti che ha avuto addirittura l’ardire di sfidare in questo weekend la più importante manifestazione promossa dall’Ente Fiera di Lanciano, la Fiera dell’Agricoltura, programmando in contemporanea la ventesima edizione di Ecotur Natura”.

E’ quanto scrive in un comunicato stampa il candidato sindaco della Lista Civica Progetto Lanciano Pino Valente, in merito alle ennesime dichiarazioni sulla delocalizzazione della Fiera di Lanciano. Un intervento duro, indirizzato al Sindaco Filippo Paolini e al Presidente Donato Di Fonzo “che ci propinano la stessa minestra ad ogni inaugurazione di manifestazione fieristica. I 9 anni di amministrazione Paolini – afferma ancora Valente – sono stati caratterizzati da tante promesse sulla nuova Fiera ma di fatti praticamente zero purtroppo per la nostra città. La Lista Civica Progetto Lanciano riflette invece sulle parole dell’Assessore Regionale Febbo il quale ritiene che le Istituzioni devono puntare ancora di più sulla rassegna frentana. Secondo Febbo la rassegna dell’Agricoltura di Lanciano deve divenire la più importante del centro sud. Ma per fare questo salto di qualità bisogna avere le idee chiare e purtroppo il sindaco Paolini ed il Presidente Di Fonzo la pensano in maniera diametralmente opposta. Mentre Paolini punta su Villa Martelli con il progetto di delocalizzazione targato Colam approvato in Giunta Comunale il 31 gennaio 2006 Di Fonzo pensa alla Val di Sangro. E la confusione regna sovrana! All’Assessore Regionale Febbo chiediamo di conoscere quante risorse la Regione Abruzzo è disposta ad investire su Lanciano per far compiere alla fiera quel salto di qualità da egli auspicato. Altrimenti quelle di Febbo non sarebbero altro che vuote parole, dello stesso valore e dello stesso tenore di quelle pronunciate annualmente dal Sindaco Paolini”.