Elena Maffioletti a Lanciano presenta il suo ultimo lavoro letterario

In questi giorni è ospite di alcuni amici a Lanciano la scrittrice di origine bergamasca Elena Maffioletti, che è già al suo terzo romanzo e sta iniziando a prepararne un altro. Quello che ha presentato presso la Libreria D’Ovidio, situata ai portici di Corso Trento e Trieste, è stato dato alle stampe nell’autunno 2009 ed in questi mesi lo sta presentando in Italia attraverso varie iniziative culturali. Si intitola Il ladro di parole Ed. Fernandel, Ravenna

Recentemente qui in Abruzzo, l’autrice è stata invitata dal Circolo Culturale Il nome della Rosa di Giulianova e a Lanciano l’incontro con lei è all’interno delle serate culturali NOTTETEMPO pagina per pagina. Racconti letti dall’autore a cura di Rolando D’Alonzo che avvengono il venerdì sera presso la Libreria D’Ovidio ed eccezionalmente domani sera alle ore 21. Partecipano a questa iniziativa culturale, oltre la suddetta libreria, l’associazione La Pecora Nera, il Centro letterario internazionale adriatico C.L.I.A, con il Patrocinio inoltre del Comune di Lanciano Assessorato alla Cultura

Il romanzo Il ladro di parole di Elena Maffioletti racconta della fatica dello scrivere, in particolare di Barbara, una professionista dell’arte della parola scritta, in decadenza e di un misterioso personaggio che si interpone tra lei e Betta, la sua segretaria tuttofare, e riesce letteralmente ad impossessarsi del suo testo a cui sta lavorando, insinuandosi nella vita di Barbara e nel suo rapporto tra lei e la fidata Betta anche attraverso dei mezzi sofisticati e sottili che la tecnica mette a disposizione oggi. E’ quasi un thriller esistenziale che induce a meditare sul proprio piccolo mondo.