“Lupi e Briganti” al castello medievale di Roccascalegna

di Conny Melchiorre

Briganti e lupi, accumunati dallo stesso destino di fuggitivi pronti tuttavia all’assalto, braccati eppure predisposti ad attaccare, per bisogno o forse per il piacere della razzia. E’ stata recentemente inaugurata al castello medievale di Roccascalegna la mostra “Lupi & Briganti” che sarà esposta per tutto il 2010 e che proseguirà nel 2011, per celebrare il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, con l’aggiunta di molti reperti. La Proloco di Roccascalegna, patrocinata dal comune, propone una fonte di riflessione inusuale, finora mai particolarmente approfondita: il connubio lupo-brigante, entrambi ridotti a vivere ai margini della società umana e sempre al limite della sopravvivenza. Dall’indagine sul tema è emerso, soprattutto per quanto riguarda la repressione del brigantaggio dal 1861 da parte del Regno d’Italia, anche in Abruzzo, un violento scontro che vide autorità, briganti e lupi fronteggiarsi sullo stesso piano, vittime e carnefici in una situazione in cui la pietà era quasi sconosciuta. La repressione militare del brigantaggio, poi supportata da leggi speciali, arrivò ad attuare migliaia di fucilazioni sommarie, immediate e senza alcun processo, oltre che a comminare pesantissime pene detentive per i fiancheggiatori. Il pagamento di taglie “vivo o morto” per i briganti, divenne usuale. Del resto, per le autorità italiane, i briganti erano come lupi: evitavano i pericoli, attaccavano all’improvviso e poi fuggivano, razziavano, uccidevano e scomparivano nel folto dei boschi, vivendo come animali selvaggi. Si arrivò persino a mettere in campo veri e propri bounty-killer privati, accorsi da tutta Europa, la cui opera era identica a quella dei “lupari”.

Il castello, con la sua mostra, è aperto in maggio e in giugno il sabato, domenica e festivi  dalle 10 alle 13  e dalle 15 alle 18; dal primo luglio al 2 settembre tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20 con eccezione del Ferragosto quando sarà possibile visitare la mostra con orario continuato dalle 9 alle 21.