Prostituzione made in China nel Frentano scoperta dai carabinieri

Operazione contro lo sfruttamento della prostituzione nella Frentania. A condurla, i carabinieri della stazione di Fossacesia, che fanno parte della Compagnia Carabinieri di Ortona. Una persona è stata arrestata, mentre altre due sono state denunciate. I fatti: la notte scorsa, a Mozzagrogna, i militari dell’Arma, al termine di un’articolata attività investigativa, hanno arrestato Airong Zhou, nato in Cina e residente in Miglianico, poiché favoriva la prostituzione di K.F., ragazza 27enne di nazionalità cinese, accompagnandola e prelevandola da un appartamento sito in Mozzagrogna,  utilizzato esclusivamente per l’esercizio della prostituzione e traeva vantaggi economici dalla suddetta attività ricevendone somme in contanti. Nel corso di perquisizione personale venivano trovate e sequestrati 5.700 euro in contanti, probabilmente provento dell’attività che la giovane svolgeva. Contestualmente venivano denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lanciano due 40enni: Z. H. e S.Q. nonché una 18enne, S.Z., tutti di nazionalità cinese e B.F., 56enne da Santa Maria Imbaro, per concorso in favoreggiamento della prostituzione.