La Provincia di Chieti istituisce ufficio della mobilità ciclistica

«Presso l’assessorato all’Urbanistica ad inizio settimana insedieremo l’ufficio della mobilità ciclistica che si occuperà attivamente di seguire le pratiche relative al progetto della pista ciclopedonabile all’interno della Via Verde della Costa dei Trabocchi, ma anche di individuare altre piste ciclabili all’interno del territorio affinché si possa ammirare le bellezze della nostra provincia in maniera ecocompatibile»: così il presidente, Enrico Di Giuseppantonio, ha voluto sottolineare l’adesione della Provincia all’iniziativa del Ministero dell’Ambiente per la Giornata Nazionale della Bicicletta, che si celebrerà domani in tutta Italia per sottolineare come una mobilità alternativa ed ecocompatibile può essere effettivamente realizzabile.

«Anche per noi – ha spiegato il presidente Enrico Di Giuseppantonio – la bicicletta è sinonimo di salute, semplicità ed entusiasmo, un simbolo di ecocompatibilità contrario alla frenesia della vita urbana e all’inquinamento grazie all’assenza di emissioni velenose per l’aria. È una filosofia di vita che guarda anche al rispetto per l’ambiente che ci circonda.

La bicicletta è anche il simbolo del progetto di sviluppo turistico con il quale abbiamo deciso di caratterizzare la nostra amministrazione provinciale, che dovrà concretizzare la realizzazione della pista ciclopedonabile lungo il tracciato ferroviario dismesso, che rappresenta per tutto il territorio un’occasione di riqualificazione ambientale, di rilancio turistico e di sviluppo economico. Abbiamo già avviato le trattative con le Ferrovie dello Stato per acquisire le aree di risulta e a breve torneremo a sederci attorno ad un tavolo per confrontare le nostre valutazioni e raggiungere un accordo tra le parti. Il nuovo ufficio della mobilità ciclistica si occuperà, insieme ad una commissione tecnica con rappresentanti della Provincia, dei Comuni interessati e della Camera di Commercio, di effettuare un lavoro di ricognizione urbanistica su terreni ed immobili al fine proprio di preparare questo secondo incontro con i vertici delle Ferrovie..

Intanto celebriamo con gioia e semplicità la Giornata della Bicicletta che vuole essere un’occasione di festa e di riappropriazione da parte della popolazione del proprio territorio, troppo spesso preda del traffico: per questo invitiamo tutti a lasciare a casa l’automobile ed inforcare la bicicletta per riscoprire la magia delle nostre coste, dei nostri paesi, dei nostri centri urbani».