Violenza sessuale su minori, arrestato 71enne di Vasto

Con l’accusa di violenza sessuale su minori, gli agenti del commissariato di Vasto hanno arrestato oggi B.B., 71 anni, residente a Vasto. L’uomo, massaggiatore, durante la sua attività professionale avrebbe più volte adescato le sue vittime, adolescenti del Vastese, sottoponendole alle sue attenzioni. L’uomo, che è stato posto agli arresti domiciliari per l’età, avrebbe più volte impedito ai ragazzi di allontanarsi, chiudendoli a chiave e alzando il volume della radio della stanza in cui praticava i massaggi.

L’intera vicenda è stata ricostruita nel corso di una conferenza stampa tenuta questa mattina dal dirigente del Commissariato di Polizia, Cesare Ciammaichella, e dal sostituto commissario, Rosetta Di Santo, capo della sezione di Polizia Giudiziaria. I minorenni, secondo quanto si è appreso, dopo essersi confidate con le rispettive famiglie a riguardo di particolari “attenzioni” che B.B. mostrava nei loro confronti, hanno dato il via all’indagine, coordinata direttamente dal procuratore capo della Repubblica Francesco Prete e dal sostituto procuratore Irene Scordamaglia. Secondo Ciammaichella le risultanze dell’indagine ha determinato “un quadro indiziario robusto. L’attività di massaggiatore-fisioterapista rappresentava l’occasione per avvicinare le vittime e creare condizioni adatte a commettere abusi nell’esercizio della professione. Il racconto fornito dalle giovani in ordine alla dinamica dei fatti mette in luce la ripetitività della condotta, pur nella diversità dei luoghi e delle situazioni, come ad esempio chiudere a chiave la porta durante l’attività terapeutica e alzare il volume della radio per isolare le vittime”.