A Scerni assemblea della Copagri sulle politiche comunitarie in agriucoltura

Domani pomeriggio, alle ore 17, presso l’Istituto Tecnico ‘C. Ridolfi’ di Scerni la Copagri Chieti indice un assemblea tecnica informativa pubblica per l’illustrazione dei contenuti la “condizionalità” inerenti l’applicazione dei termini della Politica Agraria Comunitaria. Relatori saranno il tecnici divulgatori dell’ARSSA distaccati presso gli uffici della Copagri Chieti: Arnaldo Bolognese e Nicoletta Del Romano. Partecipa e concluderà l’incontro il dott. Giancarlo D’Amato vice comandante provinciale del Corpo Forestale dello Stato.

La conoscenza dei termini e contenuti della condizionalità è una situazione preliminare ed imprescindibile, che gli agricoltori debbono comprendere e conoscere in ogni parte. E questo perché si vanno ad evitare rischi della perdita dei contributi comunitari, si mettono in pratica comportamenti virtuosi atti alla salvaguardia dell’ambiente e della corretta regimazione delle acque piovane, si dà vita al concreto risparmio economico nei costi aziendali, si contribuisce  alla salvaguardia della fauna selvatica. La Copagri ha voluto questo incontro provinciale per reiterare informazioni già più volte fornite dai nostri tecnici alle aziende agricole associate e lo facciamo al cospetto del Corpo Forestale dello Stato, delegato dall’Agea ai controlli effettivi sul territorio ed a pieno campo, e nell’istituto tecnico agrario di Scerni per dare all’incontro tutto l’autorevole carisma che merita perché, sempre più, saranno gli aspetti della condizionalità a definire l’esito positivo o meno delle istanze a contributo le aziende agricole avanzeranno ed i cui principi rappresentano la filosofia dell’ultima riforma della pac che ha spostato il sostegno finanziario dalla produzione alla tutela ed alla salvaguardia dell’ambiente.