Sanità, nessun aumento delle tasse per la Regione Abruzzo

Il Governo ha convocato stamani le sei regioni che hanno problemi di deficit nella sanità, per comunicazione relative ai piani di rientro. Una riunione per discutere sulla situazione in Campania, Lazio, Calabria, Abruzzo, Molise, Sicilia. E si era subito pensato a nuovi  interventi per risanare le casse, anche nella nostra regione. Invece, la richiesta di aumentare le tasse avanzata dal Governo ad alcune Regioni non riguarda l’Abruzzo, che ha superato positivamente il tavolo di monitoraggio di aprile.

“Siamo sulla strada giusta e i risultati ci gratificano – ha esclamato  entusiasta il governatore Gianni Chiodi –. Ciò significa che il complesso lavoro di risanamento finanziario svolto in questi mesi ci ha consentito di ottenere risultati straordinari attraverso la riduzione della spesa, del numero delle Asl e il contenimento dei costi di gestione. Dobbiamo continuare questo percorso con rigore e decisione”. Chiodi ha spiegato come l’Abruzzo, pur essendo commissariata, è fuori da questa procedura ed ha attribuito questo risultato “all’ottimo lavoro svolto dall’amministrazione regionale, dal sub commissario Giovanna Baraldi e dall’assessore regionale alla sanità, Lanfranco Venturoni. Chiodi ha avuto parole di apprezzamento anche per il lavoro svolto dal personale regionale e sanitario che “ha dato prova, in questi mesi, di grande abnegazione permettendo all’Abruzzo di voltare pagina e di proseguire in questo percorso virtuoso intrapreso”.

“Se i cittadini abruzzesi non subiranno alcun aumento delle tasse per sostenere il deficit sanitario in Abruzzo è solo grazie alla buona politica messa in atto dal Popolo della Libertà in Abruzzo, con Gianni Chiodi, nella duplice veste di Governatore della Regione e Commissario della Sanità, dell’assessore regionale alla Sanità, Lanfranco Venturoni, e con il convinto sostegno di tutta la maggioranza di centrodestra in Consiglio regionale – ha detto il coordinatore regionale abruzzese del Popolo della Libertà, Filippo Piccone –. Aver deciso responsabilmente di praticare il difficile percorso di risanamento dei conti della sanità abruzzese, adottando importanti scelte politiche, sono senz’altro utili per il futuro della nostra regione”.