Partita anche in Abruzzo la mobilitazione per il nuovo Partito della Nazione

«Partita anche in Abruzzo la costruzione del nuovo Partito della Nazione»

Così il vicecommissario regionale dell’Udc, Enrico Di Giuseppantonio, ha annunciato a Teramo, concludendo il corso di formazione politica del partito “Formare alla politica per tornare alla politica”, l’avvio in tutta la regione della mobilitazione per la costruzione del nuovo partito delineato da Pierferdinando Casini e Lorenzo Cesa nella direzione nazionale del 10 maggio scorso.

«Il nostro – ha spiegato Di Giuseppantonio – sarà il partito degli italiani, a cui gli abruzzesi concorreranno aprendosi a tutte le esperienze e le sensibilità, che punta a riportare nell’agone politico tutti quei cittadini che si sono tenuti ai margini della politica o che se ne sentono disgustati o che se ne sono allontanati: l’Udc sente forte la responsabilità di superare lo stallo che si è creato a causa di questo forzato bipolarismo, ma sa benissimo che da sola non può farcela. Per questo apre le porte ai cittadini di ogni orientamento, laici e cattolici, credenti e non credenti, che sentono come sia necessario parlare un nuovo linguaggio della riconciliazione e della responsabilità. In Abruzzo, stiamo dimostrando giorno dopo giorno questa nostra peculiare responsabilità, sia nelle realtà in cui siamo al governo, sia dove siamo all’opposizione, puntando a dare il nostro sostegno a tutti quei provvedimenti che siano utili e positivi per la collettività. Da oggi, l’Udc abruzzese si apre alla società civile e a quanti vorranno condividere con noi questa nuova avventura: i nostri comitati comunali e provinciali daranno vita a nuovi coordinamenti aperti per la co-gestione del partito con altre forze, soggetti,  con un occhio di riguardo ai giovani e alle donne, che vorremmo diventassero i protagonisti di questa nuova stagione. Abbiamo avviato già un confronto con liste civiche, associazioni di cittadini e gruppi che parteciperanno, nella prima metà di giugno, alla Conferenza programmatica regionale, che vedrà la partecipazione di Pierferdinando Casini e Lorenzo Cesa. Saranno loro a “benedire” la Costituente abruzzese verso il Partito della Nazione».