Vasto si contrappone a Lanciano e rivendica la sede unica della Asl

Alcuni giorni addietro il sindaco di Lanciano, Filippo Paolini, dopo aver incontrato in un convegno l’assessore alla Sanità Lanfranco Venturoni, era intervenuto sulla stampa per dichiarare la sua proposta di perché dopo aver perso la presenza nel proprio territorio della Asl Lanciano-Chieti, accorpata a quella di Chieti, il capoluogo frentano fosse scelto come sede della direzione della Als unica regionale. Una richiesta che ha riacceso la fiamma del campanilismo. Già perché da Vasto, Nicola Del Prete, del direttivo regionale di Alleanza per l’Italia, che riscuote tra l’altro il plauso incondizionato dei rappresentanti locali della Lega Nord, Moretti e D’Annunzio, questa soluzione avrebbe riflessi positivi sul mondo del lavoro, sulla economia territoriale, sulla programmazione sanitaria.

“La direzione generale della Asl unica – afferma l’ex vice sindaco – rappresenterebbe per Vasto e il suo territorio un parziale risarcimento per i torti subiti in passato, primo fra tutti la decisione di ‘regalare’ a Lanciano la sede legale della vecchia Asl Lanciano-Vasto. Rivendicare un ruolo non significa necessariamente fare campanilismo. E’ il momento – conclude Del Prete – di suonare la sveglia a Lapenna e all’amministrazione comunale di Vasto, convocando un consiglio comunale urgente per sostenere questo obiettivo strategico”.