Menna (Udc): “Riduciamo i costi della politica regionale”

“Condivido l’iniziativa del Presidente del Consiglio regionale d’Abruzzo a proporre, anche attraverso parametri comparativi e orientamenti seguiti dalle altre Assemblee legislative, l’abbattimento del 10% dei costi e ad elevare l’età pensionabile a 65 anni. Ma dobbiamo far presto e bene. ”. Lo ha detto il capogruppo dell’Udc, Antonio Menna, intervenendo sul dibattito costi della politica. ”Tutto questo è un primo pallido tentativo di dare una risposta ad un problema che si è gonfiato a dismisura – ha aggiunto – Ma sul terreno della riduzione dei costi, personalmente dobbiamo andare oltre. Nella passata legislatura – ha ricordato il Consigliere Udc – avanzai due iniziative che presto riproporrò in sede di Commissione Statuto. La riduzione del numero dei Consiglieri da 43 a 35 e la riduzione del numero degli Assessori da dieci a otto. Poi – ha aggiunto Menna – c’é il problema della razionalizzazione e soppressione di molti enti. Mi riferisco in particolare a quelli che gestiscono l’acqua (meglio l’Ato unico regionale), quelli della casa (eliminando tutti gli Ater e pensando ad un solo organismo), e quelli dei trasporti, dove alle decine di società (con relativi cda) va prevista la costituzione di una holding pubblica. Ora, anche in presenza del quadro di crisi complessiva che si e’ determinata – ha auspicato infine Menna – è necessario che la Regione deve fare la sua parte, sopprimendo enti inutili e riducendo sprechi, per recuperare risorse per il lavoro e l’occupazione”.