Fossacesia, troppi casotti abusivi sulla riviera: la denuncia del comitato cittadino “Terra nostra”

di Vito Sbrocchi

Una denuncia, contro quella che è diventata una vera e propria baraccopoli a pochi passi dal mare di Fossacesia, è stata inoltrata dal presidente del comitato cittadino “Terra nostra”, Ettore Frutti, al sindaco della cittadina costiera, Fausto Stante, alla Guardia di Finanza e alla Guardia Forestale di Lanciano. I casotti abusivi, costruiti alla chetichella nel giro di diversi anni su terreni situati in prossimità del lungomare sud vicino la darsena “Marina del Sole”, molto probabilmente non hanno alcuna autorizzazione edilizia. Originariamente realizzati per la rimessa di attrezzi, i prefabbricati sono stati in seguito trasformati in vere e proprie abitazioni estive (probabilmente prive dei necessari requisiti igienico-sanitari) con giardini e recinzioni. «Al sindaco Stante – ha spiegato Frutti – abbiamo chiesto di prendere in considerazione un eventuale intervento per poter sanare il degrado ambientale nel tratto di lungomare intitolato al compianto ciclista Gino Bartali. La presenza di quelle baracche sminuisce sicuramente le imprese del grande campione». Secondo il presidente di “Terra nostra” poco chiara resta anche la destinazione d’uso di altri lotti di terreno frazionati, situati dall’altra parte della strada. Oltre alle casette abusive si segnala infine la presenza di rifiuti di ogni genere, materiale edilizio e vecchi caravan abbandonati.