Riunione domani del Consiglio provinciale di Chieti

Si riunisce domani domani pomeriggio alle ore 14 in prima convocazione e per martedì alla stessa ora in seconda convocazione, il Consiglio provinciale che presenta all’ordine del giorno gli stessi punti del Consiglio andato deserto lo scorso 31 maggio più altri punti. In apertura di seduta, le comunicazioni del presidente del Consiglio provinciale, Enrico Rispoli, e della Provincia, Enrico Di Giuseppantonio. Poi si passerà a trattare le interrogazioni presentate. In tutto sono dieci: cinque del consigliere Tommaso Coletti (Pd), su utilizzo del personale di staff, utilizzo dei dipendenti Ops presso gli uffici della Provincia, sulla riattivazione di un semaforo in località Marcianese di Lanciano, sul fermo dei lavori tra le strade provinciali Tollo-San Leonardo e Marrucina, sui lavori nel cantiere della biblioteca De Meis; una del consigliere Angelo Orlando (Prc) sull’elettrodotto Villanova-Gissi; una del consigliere Angelo Radica (Pd) sul sistema di telefonia delle scuole superiori; una del capogruppo Idv Eliana Menna sulla chiusura dello sportello Donnattiva di Vasto; due del capogruppo del Pd Camillo D’Amico, sulla provincializzazione della Fondo Valle Moro e sulla situazione della strada provinciale San Salvo-Cupello. Due le mozioni: una di Franco Moroni (Pdl) sullo sfruttamento del giacimento di gas naturale “Colle Santo” a Bomba e una di Nicola Mincone (Pdl) sull’indisponibilità della Val di Foro ad ospitare aziende che trattino prodotti insalubri. Sei gli ordini del giorno: uno del consigliere Coletti sul programma di utilizzo dei fondi Fas, due del consigliere Antonio Tamburrino (Pd) sull’impianto di gas naturale “Colle Santo” a Bomba e sull’edilizia scolastica nei piccoli comuni; due del capogruppo Menna su sul progetto “Abbattere le barriere” e sul monitoraggio degli anziani soli; uno del capogruppo D’Amico per integrare la delibera n. 85 della Giunta provinciale in materia di anticipazione di Cigs ai dipendenti di aziende ubicate nel territorio provinciale. Al termine l’assessore alle Attività Produttive, Daniele D’Amario, relazionerà sulla proposta di istituzione e regolamentazione della Consulta Provinciale dell’Economia e del Lavoro e subito dopo l’assessore al Bilancio, Alessio Monaco, presenterà la proposta di delibera per la rinegoziazione dei termini finanziari dei Bop emessi dalla Provincia. Il Consiglio passerà ad esaminare alcune interrogazioni sopraggiunte dopo la seduta rinviata del 31 maggio scorso. Si tratta di quella proposta dal consigliere Palmerino Fagnilli (Idv) sulle autorizzazioni concesse alla società Ciaf, una mozione urgente del consigliere Tommaso Coletti (Pd) sull’ultima manovra finanziaria varata dal Governo ed un ordine del giorno dei Consiglieri provinciali Pdl Franco Moroni e Giorgio Di Clemente sull’eventuale introduzione del pedaggio sull’Asse Attrezzato Chieti-Pescara.