Lista Civica per Lanciano chiama a raccolta i sindaci per sostenere la sede Asl in Provincia di Chieti nel capoluogo frentano

La Lista Civica Progetto Lanciano organizza per giovedì 17 giugno alle ore 19 presso la propria sede di Corso Roma a Lanciano un incontro con i Sindaci del comprensorio frentano, forze politiche, rappresentanti provinciali e regionali per discutere del futuro della sede della Asl in Provincia di Chieti. Infatti Lanciano ha avanzato autorevolmente la propria candidatura sulla base di due presupposti oggettivi: la centralità di Lanciano rispetto al territorio provinciale; la presenza di una sede moderna e funzionale in grado di ospitare agevolmente le strutture tecniche ed amministrative della Asl.
Alle parole condivisibili del Sindaco Paolini purtroppo come spesso accade non è seguito nessun fatto concreto a supporto della proposta. Il candidato Sindaco della Lista Civica Progetto Lanciano Pino Valente esorta le forze politiche, culturali e sindacali a far fronte comune per vincere una battaglia a favore non del campanile ma del buon senso. Non ha infatti i piedi per camminare l´idea di acquistare una nuova sede a Chieti con un esborso presumibile di svariati milioni di euro quando l´unico responsabile del deficit sanitario è proprio la sanità di Chieti ed in presenza di una struttura
Come´è immaginabile buttare milioni di euro per l´acquisto di una nuova sede quando è lo stesso governo nazionale di centrodestra a chiedere sacrifici e buon senso a l´Italia tutta con una manovra economica lacrime e sangue?
Il candidato Sindaco della Lista Civica Progetto Lanciano Pino Valente è certo che dall´incontro del 17 maggio uscirà una posizione condivisa con una seria piattaforma programmatica per il rilancio della sanità frentana che non può non passare come primo passo dall´ottenimento della sede legale ed amministrativa della Asl Provinciale ma che dovrà passare inevitabilmente per le cose concrete che interessano i cittadini come le interminabili liste di attesa, il deficit tecnologico di cui soffre il Renzetti, i tanti reparti senza primari da troppo tempo.