Accordo fatto tra Provincia di Chieti e Sviluppo Italia

Il presidente, Enrico Di Giuseppantonio, e l’amministratore unico di Sviluppo Italia, Michele Resta hanno firmato questa mattina un protocollo d’intesa che impegna i contraenti a sviluppare informazione e comunicazione sugli incentivi finalizzati alla creazione di nuova impresa ed autoimpiego per i giovani previsti dalla legge.

Il protocollo, proposto e curato dal presidente della Commissione Sviluppo Economico, Federico Fioriti, e dal capogruppo consiliare del Pdl, Paolo Sisti, prevede   che la Provincia formi il proprio personale alla conoscenza delle procedure relative alle modalità d’accesso alle agevolazioni previste per legge, per poter dare risposte certe e rapide a chi si rivolgerà agli uffici (Centri per l’Impiego, sedi territoriali, Patti territoriali, Informagiovani), metta a disposizione materiale informativo gratuito fornito da Sviluppo Italia, consenta l’accesso gratuito, dalle proprie strutture, ai siti relativi all’autoimpiego, fornendo aiuto nella compilazione delle domande on-line, dia avvio ad una campagna di informazione sul territorio.

«Con questo protocollo d’intesa – ha spiegato il presidente Di Giuseppantonio – la Provincia prosegue nella sua politica di incentivazione della imprenditorialità giovanile attraverso gli strumenti della concertazione e, soprattutto, della informazione. Sviluppo Italia è partner affidabile e serio, che ci sta seguendo da un anno in tutte le nostre iniziative rivolte al mondo del lavoro. Questa intesa favorirà quanto più possibile la conoscenza delle forme di autoimpiego previste dal decreto legislativo 185/2000 e alle quali sono legate importanti incentivazioni, come i contributi a fondo perduto e mutui agevolati per gli investimenti, contributi a fondo perduto in conto gestione, assistenza tecnica in fase di realizzazione degli investimenti e di avvio delle iniziative, attività di formazione e qualificazione dei profili imprenditoriali, funzionali alla realizzazione del progetto».

«Ci sono a disposizione – ha spiegato il dott. Resta – fino a 26 mila euro di fondi per le ditte individuali e fino a 129 mila euro per le imprese giovanili, con contributi sia in conto capitale sia a fondo perduto. Sviluppo Italia sta procedendo con una campagna di informazione e di formazione che mira a coinvolgere gli attori istituzionali e la Provincia di Chieti è la prima in Abruzzo a chiudere un accordo con noi. Gli incentivi ci sono ed anche i soldi, manca un’efficace informazione su tutte le possibilità che ci sono».

In chiusura, gli assessori al Lavoro, Daniele D’Amario, ed alle Politiche Giovanili, Silvio Tavoletta, hanno preannunciato nuove iniziative della Provincia in materia di sostegno alle imprese ed alla imprenditorialità giovanile.