Il PD di Rocca S. Giovanni: “Niente fondi regionali per la riserva di ‘Fosso delle Farfalle’

 Un milione e mezzo di euro distribuiti dalla Regione Abruzzo alle 15 riserve naturali abruzzesi, 100.000 euro circa per la gestione di ogni riserva. La nostra riserva del “Fosso delle Farfalle” tra i Comuni di San Vito e Rocca San Giovanni, attende dal 2007, anno del suo riconoscimento, il piano d’assetto per iniziare il suo effettivo esercizio, le pratiche per l’ufficializzazione evidentemente  giacciono nei cassetti delle due amministrazioni immersi da anni di polvere in attesa, forse, che qualche entità extraterrestre scenda dal cielo e faccia la semplice pianificazione necessaria.

Oggi nella nostra riserva vigono le norme più restrittive dove è  impossibile ristrutturare anche un fienile e mentre le altre riserve  fanno intensa attività ambientale e creano occupazione, noi guardiamo le stelle. Sarebbe bello, oltre che necessario, creare un collegamento con le altre riserve della costa, “Lecceta” di Torino di Sangro e “Punta Aderici” di Vasto, attivare dei percorsi ciclopedonali e dei  progetti comuni che attirerebbero un turismo di qualità, ma questo purtroppo, solo quando la nostra riserva sarà operativa. Abbiamo perso in questi tre anni opportunità di sviluppo turistico e occupazione vera, per questo quando i nostri sindaci parlano di ambiente e ambientalismo pensano, forse, che siano entità astratte non ci resta che guardare le stelle e tirare un sospiro di sofferenza.