Fossacesia, la spiaggia di Fuggitella è sporca

di Vito Sbrocchi

Spiagge come discariche a cielo aperto. A Fossacesia basta fare un giro alla Fuggitella, una delle mete estive preferite dai bagnanti, per constatare il totale stato di abbandono del lido, dove regna la più totale sporcizia. Passeggiando sulla battigia spesso s’incontrano cumuli di immondizia abbandonati lì da settimane senza essere raccolti dagli operatori ecologici, che probabilmente non si rendono conto dello stato di degrado in cui versa da tempo il litorale. Sui sassi è stato lasciato davvero di tutto: sacchetti che contengono rifiuti organici, piatti, bicchieri e bottiglie di plastica oltre ad oggetti di varia natura. Insomma uno scenario che non fa certo onore ad un centro costiero dove da sei anni consecutivi sventola la Bandiera Blu d’Europa conferita al Comune dalla Fee (quella del 2010 sarà consegnata ufficialmente il 4 luglio al centro sportivo Baya Verde a Fossacesia Marina). «Sono episodi che non dovrebbero accadere in una località balneare – si lamenta un turista tedesco – se si considera che ormai da giorni siamo entrati nella stagione estiva». Bisogna comunque affermare che se da una parte chi è preposto alla pulizia delle spiagge è latitante, dall’altra ci sono ancora molte persone incivili che continuano a lasciare i loro rifiuti in prossimità del mare, perché mancano i necessari controlli. Un’ultima annotazione: il grande parcheggio, realizzato sull’area di risulta delle Ferrovie, e la spiaggia della Fuggitelle sono ancora incredibilmente invasi dalla vegetazione infestante che ha raggiunto altezze da record.