Rinnovato comodato d’uso tra le Ferrovie e i Comuni per l’uso delle aree di risulta dell’ex tracciato ferroviario

“I 42 chilometri dell’ex tracciato ferroviario che sarà per noi non una semplice strada paesaggistica ciclopedonale, ma uno snodo fondamentale per le politiche turistiche della Provincia, dandole una precisa connotazione identitaria”.

La definizione è dell’assessore provinciale all’Urbanistica, Nicola Campitelli, nel corso della presentazione dell’intesa preliminare che dà gli indirizzi metodologici per il Piano Territoriale della Fascia Costiera. Per la Provincia, oltre a Campitelli, nella Sala Giunta erano presenti il presidente, Enrico Di Giuseppantonio, l’assessore al Turismo e Cultura, Remo Di Martino i sindaci dei Comuni costieri (Francavilla, Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Torino di Sangro, Casalbordino, Vasto e San Salvo  

“Con questa intesa – ha aggiunto Campitelli – diamo forma alla nuova idea di territorio che abbiamo illustrato nel programma amministrativo attraverso un progetto strategico che punta ad innescare uno sviluppo sostenibile che faccia da volano all’economia dell’intera provincia. Abbiamo voluto individuare nella “Costa dei Trabocchi” l’immagine vincente di questo progetto che prevede la realizzazione della Via Verde lungo l’ex tracciato ferroviario”

“L’obiettivo che ci poniamo – ha sintetizzato il presidente Di Giuseppantonio – è quello di rigenerare la fascia costiera all’interno di un comprensorio turistico di eccellenza inteso come sistema paesistico-culturale complesso in cui l’attrattore di riferimento è la Via Verde della Costa dei Trabocchi. Sono felice che tutti i Comuni della costa abbiano condiviso questo progetto, che costituisce sin dal mio insediamento la grande scommessa della mia amministrazione, per la quale stiamo mettendo in campo molte sinergie e una capacità di concertazione che ha portato alla sottoscrizione, il 7 aprile scorso, di un protocollo d’intesa anche con le forze sociali e produttive del territorio».

Nel corso dell’incontro, le Ferrovie dello Stato, rappresentate dal responsabile territoriale di Rfi-Ferservizi, Di Bonaventura, hanno formalmente rinnovato l’accordo di concessione in comodato d’uso gratuito delle aree di risulta dell’ex tracciato ferroviario presenti nei Comuni di San Vito Chietino, Fossacesia e Vasto, mentre si è aggiunto per quest’anno anche il Comune di Rocca San Giovanni: per la prima volta, grazie all’azione della Provincia, la pratica di rinnovo è stata gestita unitariamente così da seguire una logica di cooperazione territoriale per evitare la frammentazione delle iniziative.