Rapina a mano armata, in pieno giorno, a Castiglione Messer Marino. Presa di mira la filiale della Bcc

Due malviventi sono entrati in azione intorno alle 12,30 di ieri, con il volto coperto da un cappuccio, pare indossato solo dopo essersi introdotti nella banca. Armati di pistola hanno fatto irruzione nella filiale della Banca di credito cooperativo di Castiglione e hanno intimato ai dipendenti di consegnare il denaro presente nelle casse.
Circa cinquemila euro il bottino trafugato dai due rapinatori i quali poi si sono allontanati, facendo perdere le proprie tracce, a bordo di una Fiat Bravo di colore nero. Ad attenderli in macchina, probabilmente, un terzo complice.
Immediatamente il personale della Bcc ha lanciato l’allarme, contattando la locale stazione Carabinieri. Gli uomini dell’Arma, al comando del maresciallo Carlo De Luca, si sono lanciati all’inseguimento dei rapinatori. Tempestivamente allertata la centrale operativa della compagnia di Atessa, sono stati ordinati posti di blocco lungo le maggiori arterie stradali di zona, anche su quelle al confine con l’Alto Molise, in direzione Agnone.
Vane, al momento, le ricerche dei rapinatori, che sono riusciti a far perdere le proprie tracce. Sull’accaduto, ovviamente, indagano i Carabinieri che stanno, ancora in queste ore, raccogliendo testimonianze e informazioni. Il grave episodio di cronaca ha suscitato una certa apprensione in paese. Solo pochi mesi fa la locale farmacia è stata svaligiata, e l’ufficio postale ha subito un tentativo di estorsione, sventato dai Carabinieri. Ora addirittura una rapina a mano armata, in pieno giorno, e in una strada centralissima, a poche centinaia di metri di distanza dalla locale stazione Carabinieri. Tutti sintomi preoccupanti di un dilagare di fenomeni criminali anche nei piccoli centri dell’entroterra.