A Giulianona congresso regionale del Partito Socialista Italiano con Bobo Craxi

Un partito che sappia riscoprire gli strumenti della militanza per essere il più possibile vicino alla gente. Questo è il progetto che nasce dal congresso regionale dei Socialisti Abruzzesi tenutosi a Giulianova e presieduto da Bobo Craxi. Lavori ai quali hanno fatto registrare una numerosa partecipazione. Dopo la relazione del Segretario Regionale Massimo Carugno si è aperto un ricco dibattito chiuso con l’intervento di Craxi. Un partito che potrà crescere solo se sarà consapevole della originalità del linguaggio socialista nel mondo della sinistra e se saprà rappresentarne e diffonderne i valori e le idee troppo spesso rimasti nascosti da improbabili alleanze elettorali.
Un partito che sappia dialogare con le forze delle sinistra affini e vicine al Socialismo ma che sappia parlare anche alla gente interpretandone i problemi e cercandone le soluzioni. Con l’approvazione dello Statuto Regionale http://www.psabruzzo.org/?q=node/512 l’ Abruzzo è la prima regione ad applicare il federalismo politico previsto nell’art.1 dello statuto nazionale del P.S.I.
Con l’approvazione dello Statuto gli organi regionali in carica sono riconfermati per il prossimo biennio. Sono stati eletti i delegati per il prossimo Congresso Nazionale di Perugia: oltre al segretario regionale Carugno, faranno parte della delegazione abruzzese in rappresentanza delle quattro province Franco Pingue, Gianni Padovani e Fernando Pestilli per L’Aquila; Tiziano Vicoli, Luigi Rampa e Pietro Dell’Orefice per Chieti; Fausto Bruno, Lorenzo Esposito per Pescara; Francesco Virgilii, Alfonso Vella e Ennio Pirocchi. Il Congresso ha anche eletto i consiglieri nazionali, che sono: Gianni Padovani, Tiziano Vicoli, Vittorio Morganti e Giovanni Proti.