Riforma del settore pesca, se ne parla in un convegno a Ortona

“Le prospettive di riforma della politica comune della pesca”, dà il titolo al convegno di due giorni, organizzato dall’assessorato alle Politiche Agricole della Regione, che sarà ospitato ad Ortona, nell’auditorium Polo Eden, domani, venerdì 9, e dopodomani, sabato 10, con inizio alle 9.30. L’iniziativa è parte delle attività del progetto F.A.R.O. che l’assessorato ha avviato nei mesi scorsi. Il progetto mira a sviluppare azioni e percorsi formativi sperimentali destinati agli operatori del settore. Nella prima giornata si farà il punto sullo stato attuale dei lavori della Riforma della Politica Comune della Pesca con i referenti della Commissione Europea e si analizzerà la posizione italiana dal punto di vista del Ministero delle Politiche Agricole, del Parlamento Europeo, delle Regioni italiane e delle associazioni di settore.

Dopo l’apertura da parte dell’assessore Mauro Febbo, i lavori proseguiranno con gli interventi di rappresentanti del Ministero per le Politiche agricole e della Pesca, dell’europarlamentare Enzo Rivellini, membro della Commissione per la Pesca al Parlamento Europeo, di Dario Stefano, coordinatore nazionale degli assessori alla Pesca delle Regioni italiane e dei rappresentanti delle associazioni nazionali di settore: Giampaolo Buonfiglio (AGCI-Agrital), Luigi Giannini (Federpesca), Massimo Coccia (Federcoopesca) ed Ettore Ianì (Lega Pesca). Corrado Piccinetti concluderà la prima giornata, coordinata da Giovanni Basciano, con un intervento sulle opportunità offerte dal Libro Verde per la pesca italiana. La seconda giornata, coordinata da Antonio Di Paolo, dirigente del settore economia ittica della Regione, sarà dedicata al Sistema Italiano della Pesca e dell’Acquacoltura (SIPA) con la partecipazione di Giancarlo Nanni dell’AGEA, dei rappresentanti del Ministero delle Politiche Agricole, delle Regioni e dei rappresentanti nazionali delle associazioni di settore. Inoltre, Emma Tomaselli del RINA illustrerà il recente protocollo d’intesa con il MIPAF relativo allo sviluppo ed al monitoraggio di progetti a supporto del settore ittico. questo evento arriva proprio nel momento di chiusura delle consultazioni seguite alla pubblicazione del Libro Verde, il documento destinato a guidare la Riforma della Politica Comune della Pesca fino all’anno 2013 e si colloca, quindi, in una fase particolarmente significativa per il settore della pesca in Italia.