Il PD chiede l’uso dei fondi Fas

I parlamentari abruzzesi del Partito democratico insieme al Pd regionale e al gruppo regionale propongono idee sull’utilizzo dei fondi Fas, per un totale di 850 milioni di euro, dopo la bocciatura del governo nazionale del progetto avanzato dalla Regione. La proposta del partito e’ di usare parte di queste somme per l’abbattimento delle addizionali Irap per le imprese, consentendo così alle attività produttive di avere più liquidità e di essere più competitive – hanno spiegato Silvio Paolucci e Camillo D’Alessandro. Si tratta, tra l’altro, di una misura già adottata in altre regioni. Il Pd chiede, poi, di dirottare in modo concentrato le risorse Fas su sei assi, e cioé made in Italy, industria dell’automotive, edilizia sostenibile, turismo, mobilità e polo elettronico. Peppino Di Luca ha anche sollecitato il governo Chiodi a ridurre le tasse visto che la sanità va in pareggio, considerato che le tasse erano state aumentate dalla giunta Del Turco per fronteggiare il deficit sanitario. Il senatore Giovanni Legnini ha espresso un giudizio negativo, invece, sulla giunta Chiodi che non ha usato i fondi europei, e ha sottolineato la bontà di questa proposta, ampiamente fattibile. Legnini ha anche sottolineato che l’opposizione e’ riuscita a raggiungere obiettivi importanti col governo per il pacchetto aquilano e per la Finmec.