Pro Vasto è fuori dal calcio professionistico

Il presidente Mimmo Crisci ha gettato la spugna: troppi 500 mila euro di fidejussione che entro oggi, alle 13, avrebbe dovuto versare per salvare la Pro Vasto. Alla stabilita alla Covisioc non è giunto nulla a questo punto potrà più farsi per salvare la squadra. La Pro Vasto, come è già successo per la Valle del Giovenco, esce dal calcio professionistico. La notizia è ufficiale. Per le altre 25 società che rischiano di non prendere parte ai campionati di Prima e Seconda Divisione bisognarà attendere le decisioni che saranno assunte in merito alla loro posizione entro e non oltre il prossimo 16 luglio. Chiaro che in questo momento le operazioni di mercato sono legate agli esiti delle decisioni dell’organo di controllo federale. Molti giocatori potranno trovarsi tra breve senza squadra. A rischio esclusione dai vari tornei ci sono: Arezzo, Cavese, Cremonese, Figline, Foggia, Real Marcianise, Salernitana, Spal , Triestina e Viareggio, Gallipoli, Mantova, Perugia e Rimini, Alghero, Cassino, Fondi, Gavorrano, Legnano, Manfredonia, Olbia, Paganese, Potenza, Prato, Pro Vercelli, Sangiovannese, Villacidrese.