Il Tribunale di Chieti decreta il fallimento del Piccolo Rifugio La Cicala di Atessa

Il Piccolo Rifugio La Cicala di Atessa, del Gruppo Villa Pini è stato dichiarato fallito. L’insolvenza del centro era tale che al tribunale di Chieti, al quale si è rivolto Laura Berardi, l’amministratore nominato dall’assemblea dei soci mercoledì scorso, non è rimasto altro che decretarne il fallimento. E’ stata la stessa Bernardi ha portare i registri in tribunale il giorno dopo la sua elezione e a chiederne il fallimento. La sospensione degli accreditamenti per le prestazioni, deciso dalla Regione Abruzzo, è stata la causa principale del fallimento stesso. Una decisione dura ma che al contempo apre nuove porte. Soprattutto per i dipendenti, che nel giugno scorso, attraverso i loro legali, avevano ottenuto delle ingiunzioni di pagamento dei loro stipendi (oltre un anno di arretrati). Infatti,il valore della struttura è stato quantificato in circa 5 milioni di euro. Sembra che si sia fatto avanti già un imprenditore della sanità lancianese. L’acquisto del Piccolo Rifugio La Cicala comporterà anche il pagamento delle spettanze al personale.