Conto consuntivo, comune di San Vito Chietino inadempiente: istanza al Prefetto di Chieti

di Vito Sbrocchi

Il consigliere di maggioranza, Luigi Iarlori, ha inviato un’istanza al Prefetto di Chieti, dott. Vincenzo Greco, per chiedere la nomina di un commissario ad acta. «Il motivo di questa richiesta – spiega Iarlori – è che il sindaco Rocco Catenaro a tutt’oggi non ha ancora convocato il Consiglio comunale per l’approvazione del conto consuntivo del 2009, nonostante sia ormai scaduto il termine massimo fissato al 30 aprile dalla vigente normativa. L’Amministrazione è quindi inadempiente e rischia una serie di penalizzazioni, come l’assoggettamento, in via provvisoria, alla condizione di ente strutturalmente deficitario fino all’approvazione del rendiconto finanziario». A detta del consigliere di maggioranza la mancata approvazione del conto consuntivo nel termine di legge testimonia un comportamento difforme da una sana gestione finanziaria. «Tra l’altro – aggiunge Iarlori – i Comuni che non approvano il rendiconto entro il 30 aprile non possono applicare l’eventuale avanzo di amministrazione e sono limitati nella possibilità di ottenere un finanziamento. La legge, infine, stabilisce che in caso di inadempimento nella presentazione di un certificato viene sospesa l’ultima rata dei trasferimenti erariali spettante all’ente». Insomma un bel pasticcio