Fara San Martino, incentivi alle famiglie per chi adotta un cane abbandonato

Il consiglio comunale di Fara San Martino ha approvato un provvedimento che prevede la concessione di un contributo annuo di poco inferiore ai 400 euro a tutte le famiglie che decidono di adottare un cane randagio accalappiato sul territorio del paese. La proposta è stata avanzata dal vicesindaco Giuseppe Di Rocco e stabilisce per ogni adozione un contributo di un euro al giorno per tutta la vita del cane.

“A breve – spiega Di Rocco – è in scadenza la convenzione con una società di servizi di Lanciano che fino ad oggi si è occupata dei cani randagi di Fara. Di qui la decisione di percorrere una strada alternativa, incentivando le adozioni da parte delle famiglie. Una scelta che salvaguarda la salute pubblica e garantisce il benessere dell’animale”.

Per l’adozione è necessario accreditarsi presso gli uffici comunali e il contributo sara’ concesso in rate semestrali solo dopo aver verificato che la famiglia di adozione abbia assolto agli obblighi di visite veterinarie, registrazione, vaccinazione e di tutte le cure necessarie per la buona salute dell’animale. “Il problema del randagismo – continua il sindaco Antonio Tavani – è particolarmente sentito in estate quando il numero di cani abbandonati cresce in maniera esponenziale. Ogni anno, secondo i dati del Ministero della salute pubblica, solo in Abruzzo sono oltre 3500. Con questa misura ogni famiglia potrà permettersi un cane e il Comune Ente avra’ un risparmio economico notevole dato che la retta del canile ha un valore più che doppio rispetto al contributo che noi prevediamo di versare alle famiglie di adozione”